ROADBOOK – Lungo passi e crinali

ThisLa via Emilia è dritta, piatta e perennemente trafficata, attraversa noiosamente l'Emilia Romagna e la pianura Padana. C'é però chi ha trovato una rotta alternativa per raggiungere le sponde dell'Adriatico, a cavallo di passi, crinali e storia. is custom heading element

Emilia – Romagna in moto

La strada che unisce Piacenza a Rimini da il nome alla regione e corre dritta come un fuso. E’ una linea retta che, come il taglio della lama di un coltello, divide l’Emilia-Romagna a metà: gli spazi infiniti della pianura a nord e i declivi dell’Appennino a sud. Fu costruito da Marco Emilio Lepido nel II sec. a.C. per permettere alle legioni di Roma la rapida conquista della Pianura Padana gallica e da li proseguire verso nord nella corsa espansionistica che giunse sino alla Bretagna.

Da allora quella linea d’asfalto dritta e noiosa, sostituita da tempo dall’autostrada che le corre a fianco, continua a collegare nord e sud del nostro Paese. Ci è sembrata quindi particolarmente attraente l’idea di attraversare la regione lungo un itinerario diverso e originale, scoprendo strade e stradine lungo il crinale appenninico che distingue l’Emilia-Romagna dalla Toscana.

Un viaggio di curve e contro curve – i rettilinei sono in netta minoranza – che non poteva che prendere inizio dal passo Penice. Non solo perchè punto di passaggio tra Emilia e Lombardia, che qui si allunga oltre il Po, ma anche per essere il luogo dedicato a San Colombano, il grande abate irlandese, oltre ad essere stato insieme a San Benedetto il padre del monachesimo europeo, è anche il patrono e protettore di tutti i motociclisti. Ancora oggi infatti l’asse viaria della via Francigena che collegava la Pavia longobarda con Bobbio, sede della celebre abbazia fondata nel VII secolo dall’abate irlandese, è conosciuta come “via di San Colombano”.

Continua a leggere…

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.