la panoramica di Rossi

Parte da Tavullia ( un piccolo borgo ormai conosciuto in tutto il mondo) un itinerario che ripercorre le prime curve di Valentino, e ci porta a Pesaro. tra le pagine di In Moto – la Panoramica.

Mentre per il mondo la storia si misura in a.C. e d.C.,per i poco più di 8.000 cittadini di Tavullia la si calcola in V.R. e d.V.R. avanti e dopo Valentino Rossi perchè è proprio grazie al suo figlio più prodigo che questo borgo disperso sulla collina al confine tra Marche e Romagna, ha assunto fama interplanetaria. E’ a questi luoghi e a queste genti Valentino Rossi non ha mai nascosto – ricambiato – il proprio sviscerato amore.

Qui è cresciuto, qui ha i suoi amici, qui ha costruito la proria casa, qui il “Ranch” e l’ormai celeberrima “accademy”, qui la sede operativa della VR46 Racing, oggi azienda di merchandising di riferimento nel mondo MotoGP nata da una sua idea.

Non deve perciò stupire se entrando nel paese, conteso a lungo tra capitani di ventura come Sigismondo Pandolfo Malatesta signore di Rimini e il suo acerrimo nemico Federico da Montefeltro duca d’Urbino, l’omaggio sia tutto per lui: Valentino il Magnifico. E non poteva che essere da qui, da sotto il megamurales dell’Official fan Club che al centro del paese lo ritrae in impennata, che oggi partiremo per il nostro itinerario:la “Panoramica”.

Quante strade “Panoramiche” esistono in Italia e dintorni? La risposta è: UNA, perchè una sola è la strada che ha visto i primi passi di Valentino Rossi mentre scendeva verso Pesaro e che spesso ama ricordare come un battesimo su due ruote. Andiamo a farci una “Panoramica”?, la risposta è si. E il perchè è facile da comprendere non appena la si imbocca una volta giunti a Gabicce sulla SP39 che da Tavullia passa da Monteluro e Gradara.

      Continua a leggere……..clicca qui