DUE RUOTE – IL SAPORE INTENSO DEI BALCANI

Viaggio in un paese che sta cambiando, tra nuove autostrade e polverose sterrate, tra caotiche città e villaggi misteriosi, sconfinando in Kosovo e Macedonia.

Non è un paese per vecchi ma sicuramente per motociclisti. L’aria che si respira in Albania è di caotico ma crescente movimento. Un paese piccolo, con un’economia in sviluppo,, concentrato sulla sua ricostruzione, ma anche un paese giovane, allegro, vivace, dove le nuove generazioni stanno governando quel passaggio tra due epoche che le porterà a breve ad aggiungere la stella dell’Albania tra quelle dell’Europa.

Lo sterrato a sorpresa

Partiti da Ancona, attracchiamo al porto di Durazzo. Il vero viaggio inizia qui. Risaliamo verso Scutari, indiscussa culla storica della cultura albanese. Qualcuno vorrebbe farci credere di aver imboccato un’autostrada, ma la E762 in realtà è una strada a due corsie intasata dalle auto, tutte lanciate verso il nord.. Ed è proprio verso nord che puntiamo: passata Scutari e adocchiata la costa, imboccando la strada fino a Koplik. Una vera e propria autostrada moderna che poi proseguirà verso il Montenegro, magnifica come magnifica è la SH20 che proprio poco prima del confine imbocchiamo verso Vermosh, all’apice settentrionale dell’Albania.  Solo le serpentione di Rrapsh meriterebbero un viaggio sin qui per l’emozione di discendere, tornante dopo tornante, dall’alto del monte sino a valle.

Continua a leggere…

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.